RunMC8 – nuovi modi per rovinarti la settimana (anche nel 2017)

Giuro sull’oggetto più prezioso che posseggo (Rickenbacker 4001 (è un basso, ndr) ) che non volevo si finisse così. Non era nelle intenzioni. Non era previsto. Non era voluto. Però. Però una attenta valutazione di tutti i fattori avrebbe evidenziato che la somma di tutto quanto avrebbe portato verso questo catastrofico risultato.

Non sto parlando del mio percorso personale nel mondo del running, al quale forse più avanti dedicherò sul blog un post auto-motivazionale o molto autoindulgente oppure accusatorio, anche se la situazione necessiterebbe più una buona dose di tranquillanti che scriverci un paio di righe.

Alla fine, o a dire il vero all’inizio, mi ritrovo a dare fiato alle trombe per sponsorizzare la straordinaria esperienza/demoniaco castigo che risponde al nome di runMC8. Non sto ora qui a perdere tanto tempo a stendere una lista di motivi per i quali runMC8 sia o una o l’altra cosa, però torno al prologo di questo post e vado direttamente ad elencare risultati che molti di noi hanno ottenuto negli anni:

  • ci sono ggente che ha corso una maratona dopo 40 anni di divanite e dopo aver partorito 8 figli;
  • ci sono ggente che prima non piegava le gambe e adesso fa la spaccata che manco la Cuccarini;
  • ci sono ggente che si diverte a passare un po’ di tempo a correre in compagnia;
  • ci sono ttanta ggente che ora conosce vita morte miracoli di tutto il paese;
  • ci sono ggente che ha dimagrito così tanto che adesso sono trasparenti, altro che la tisanoreica.

Perdonate l’analfabetismo funzionale e cogliete il messaggio dietro gli slogan: correre (purtroppo, aggiungo io) fa bene. E quindi trovato il modo per fare una cosa che fa bene e che può risultare incomprensibilmente divertente nel modo più accessibile a tutti, tanto vale continuare a proporlo, sia mai che qualcuno ancora ci casca!

Ora, il gruppo storico dei primi 2 anni di runMC8 ha raggiunto ritmi di cicaleccio continuativo misto corsa che per un orecchio non assuefatto ai decibel e per una gamba non allenata è difficilmente sopportabile; c’è bisogno di recuperare persone che non hanno potuto seguire sempre gli allenamenti negli anni scorsi; c’è la voglia di vedere facce nuove che magari il gossip può risultare diverso e quindi più interessante; c’è chi ha voglia di fare un po’ di sport ma senza grosse ansie da prestazione. Quindi, con chi ne ha voglia si riparte da capo come il 2015, seguendo queste semplici regole:

  1. ci si trova 2 sere alla settimana, ed eventualmente si fa insieme qualche marcia domenicale con un chilometraggio accessibile;

  2. l’attività delle 2 sere dura 30 minuti, partendo con 2 minuti di corsa e 3 di camminata da ripetere 6 volte e settimana dopo settimana si aumenta la corsa e si diminuisce la camminata;

  3. eventuale marcia domenicale a passo libero;

  4. comando io, che sono una principessa.

Intanto pensa a quanto sei fuori forma e pensa ad un obiettivo che vuoi raggiungere. Io te ne scrivo un po’ tra quelli emersi gli scorsi anni, vedi tu se magari trovi qui il tuo, o se ne hai un altro proponilo per aggiornare la lista:

  • vuoi arrivare a correre per un pò di chilometri senza fermarti;

  • vuoi sapere tutto dei nuovi flirt nati in paese;

  • vuoi dimagrire un po’ e non vuoi fare brutta figura alla temutissima prova costume;

  • vuoi scoprire se hai nuovi muscoli che non sapevi di avere e che non sapevi potessero farti così male;

  • vuoi perfezionare la posa con la bocca a culo di gallina da sfoggiare nei selfies;

  • vuoi capire se lui/lei è la persona giusta o se è meglio pensare a qualcun altro;

  • vuoi farti una sgambata in compagnia;

  • vuoi conoscere in anticipo le tendenze per la moda autunno/inverno 2017;

  • vuoi prepararti per correre la gara dei 10 km alla Maratona di Venezia.

Sottolineo e pongo l’attenzione sull’ultima voce in lista: La Folgorante lega da un po’ di tempo la sua attività alla raccolta fondi per finanziare la ricerca sulle malattie oculari effettuata dalla Fondazione Banca Occhi Veneto Onlus, e i soldi vengono raccolti attraverso il Charity Program organizzato dalla Maratona di Venezia.

Abbiamo un conto aperto con la fondazione di Alex Zanardi, che lo scorso anno ci ha staccato di un bel po’ con le offerte. Quindi, più siamo a correre a Venezia più abbiamo la possibilità di aumentare gli introiti della nostra raccolta fondi. E’ giusto che Alex Zanardi senta il nostro fiato sul collo quest’anno, e si inventi nuove strategie se vuole trionfare, perché noi siamo convinti a vendere cara la pelle.

run20

Ecco, se pensi che tutto questo sia interessante o se hai bisogno di altre informazioni, scrivi una mail a lafolgorante@gmail.com, con oggetto runMC8, specificando chi sei, da dove vieni, dove vuoi andare, cosa vuoi fare, oppure contattaci sulla pagina facebook de La Folgorante.

Il 2 maggio, tutti insieme, saremo pronti a sperimentare nuovi modi per rovinarci la settimana.

proferito da Zambo

Annunci

3 pensieri su “RunMC8 – nuovi modi per rovinarti la settimana (anche nel 2017)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...